Agevolazioni per riapertura o ampliamento attività commerciali, arigianali

"Con la conversione in legge del decreto milleproroghe (dl. 162 del 30 dicembre 2019) il termine per richiedere le agevolazioni istituite dal Decreto crescita per le attività commerciali, artigianali e servizi di nuova apertura nei comuni con popolazione inferiore ai 20.000 abitanti è stato prorogato dal 28 febbraio al 30 settembre 2020 per l'annualità 2019.
Inoltre sono state confermate le agevolazioni per le aperture che avverranno nel 2020 e 2021 e per queste la scadenza della presentazione della domanda rimane confermata rispettivamente al 28 febbraio 2021 e 2022.
Per definire l'ammontare dell'agevolazione, corrispondente ai tributi pagati nell'anno, si è in attesa del decreto ministeriale che ripartisca le risorse tra i diversi comuni.
Dichiara l'Ass. alle attività produttive Benedetto Paris:
"Lo slittamento del termine per le domande è una notizia positiva, in quanto indirettamente conferma le agevolazioni per il triennio. Insieme alla riduzione della TARI per le attività private che sponsorizzano associazioni e società sportive, queste sono l'unica possibilità per il Comune di sostenere chi investe nell'apertura di esercizi e attività. Da sempre ribadiamo che senza attività commerciali e di servizi il centro storico è meno sicuro e la nostra comunità più povera sotto il profilo sociale. Insieme alla Rete di Impresa abbiamo rivalutato il Centro storico ed stiamo definendo altri interventi di promozione del territorio e delle attività, con l'obiettivo di sostenere, anche indirettamente, chi scommette su se stesso, sul nostro territorio e specialmente sul nostro centro storico!"

Dettagli agevolazione

Nella precedente comunicazione (http://www.labico.com/home/servizi/Politiche-sociali/Agevolazioni-attivit--commerciali--artigianali-e-servizi.html) è possibile trovare le informazioni di dettaglio su chi può richiedere l'agevolazione e la domanda, che va presentata al protocollo del Comune di Labico. Per informazioni rimane a disposizione l'Area tecnica del comune di Labico al Piano 0 (fronte Via Roma).