Labico: donato al Comune dal Professor Ridley il carteggio completo del Ficoroni.

Nel pomeriggio del 17 novembre, a margine del grande successo della prima edizione del “Festival della Filosofia – Arianna Buttinelli”, l’amministrazione Giovannoli ha ricevuto un dono di enorme prestigio: la copia della quasi totalità del carteggio di Francesco Ficoroni, storico, erudito e antiquario labicano, vissuto tra il 1600 e il 1700, punto di riferimento per molti grandi studiosi dell’epoca, non solo sul territorio italiano.

Le lettere sono state donate dal Professore Emerito della Melbourne University, Dr. Ronald Ridley, accompagnato in Aula consiliare dall’Associazione Castello di Lugnano Onlus.

Dichiara la delegata alla cultura, Tina Miele:

“A volte nascono delle bellissime amicizie che anche le distanze non possono scalfire; quella tra la nostra comunità e il prof. Redley ne è un esempio. Il 25 novembre 2017 lo abbiamo avuto come ospite nella giornata dedicata alla figura del nostro storico concittadino Francesco Ficoroni che ha contribuito a farci conoscere meglio attraverso il libro “The prince of antiquarians: Francesco De Ficoroni”. Questo nuovo atto di grande generosità, dal valore quasi inestimabile oserei dire,  rappresenta per noi  e per la nostra  offerta culturale l’inizio di un progetto più ampio che porterà prossimamente alla creazione di un centro di studi e di un archivio dedicati a questo grande concittadino.”

Il carteggio consiste in un totale di 470 lettere: 340 lettere ad Anton Francesco Gori, 32 lettere ad Antonio Magliabechi  e 98 lettere a Ludovico Muratori.

Commenta il Sindaco, Danilo Giovannoli:

“Un rinnovato ringraziamento al Prof. Ridley che, dopo aver pubblicato la prima monografia in assoluto sul nostro prestigioso concittadino Ficoroni, oggi ci consegna il seme di quello che ha tutte le condizioni per diventare un progetto culturale di portata inestimabile. I destinatari delle epistole sono infatti nomi di grande spessore storico e culturale e l'immaginazione della nostra giovane amministrazione sta già correndo: non anticipo niente se non che sapremo restituire, a fine mandato, un paese totalmente rinvigorito sotto il profilo culturale."