Zone O: la svolta dell’amministrazione Giovannoli

Approvata in giunta la delibera che modifica i valori venali delle zone O, impegno preso e ribadito più volte dall’amministrazione Giovannoli.

Dichiara l’assessore Maurizio Spezzano:

“Abbiamo posto fine a una delle più grandi ingiustizie commessa dalle giunte precedenti. Infatti, da una ricognizione dell’ufficio tecnico risultavano sovrastimati i valori venali dei terreni ricadenti nelle zone O, gli stessi che dovranno essere assoggettati a un complesso e costoso piano di recupero. Terreni, oltretutto, inflazionati da una offerta superiore alla domanda. Per tale ragione, il valore venale dei terreni è stato ridotto da 20 a 3,50 euro a metro quadro. Ciò comporta che su un lotto di 1000 metri quadri, si passa da 147 a 25,72 euro di imposte comunali. Ancora una volta abbiamo dovuto correggere un errore macroscopico su cui le precedenti amministrazioni non solo si sono mostrate sorde, ma hanno fatto cassa incuranti della sofferenza dei cittadini. Avevamo detto in campagna elettorale che sarebbe stato nostro impegno correggere questa follia e siamo stati di parola.”

Prosegue l’Assessore

“ Malgrado le incresciose difficoltà economiche che paralizzano in parte l’attività amministrativa, stiamo provando a cambiare rotta, lo stiamo facendo nell’esclusivo interesse dei cittadini. Possiamo proseguire sulla strada del risanamento dei diritti calpestati per lunghissimo tempo. Prossimo passo in campo urbanistico sarà l’aggiornamento del Regolamento Edilizio, che dovrà essere snello, efficace e in linea con i principi del diritto, ferreo nei controlli e a tutela della comunità.”

Commenta Benedetto Paris, assessore con delega alle politiche finanziarie:

"Con la variazione dei valori venali delle aree edificabili, sulla base delle valutazioni dell'area tecnica a cui va ringraziamento, si determina una forte riduzione dell'imponibile Imu per quelle aree conosciute come zone O, nella speranza che quanto prima si chiuda l'iter di approvazione del PRG e per tutti i cittadini si superi questa assurda fase di limbo rispetto all'effettiva destinazione dei terreni e quindi i loro valori economici.”

Chiude il Sindaco, Danilo Giovannoli:

“Quello delle zone O era un tema, politico prima che tecnico, che avevamo molto a cuore. Stiamo cambiando Labico senza piegare la testa davanti niente e nessuno, modernizzando la macchina amministrativa, riordinando gli uffici e riconducendo tutto nell’alveo della legalità. Le tematiche urbanistiche sono tra i nostri obbiettivi di mandato principali e i risultati continueranno ad arrivare, in piena linea con quanto espresso nel programma”.