Sportello Amico: rimodulato il servizio di sostegno all'età evolutiva

Rimodulato e riattivato il servizio Sportello Amico, sportello di sostegno psicologico presente nella scuola secondaria di primo grado "P. Marsili" e destinato ai ragazzi e le ragazze dai 11 ai 14 anni.

Il servizio viene attivato inviando una mail all'indirizzo arcadinoe0@gmail.com allegando il Consenso informato presente alla fine della pagina web. L'operatrice della Cooperativa Arca di Noè chiamerà per offrire il proprio servizio di supporto.

Dichiara l'assessore alle Politiche Sociali Benedetto Paris:

"Ringrazio fortemente la cooperativa Arca di Noè perché teniamo molto a questo progetto di sostegno ai nostri ragazzi e ragazze in età pre adolescenziale, che sicuramente sono stra i soggetti che stanno risentendo di più di questa fase di riduzione dei contatti sociali e di quarantena. In questo modo anche il servizio dello Sportello Amico è stato riattivato, completando la trasformazione dei servizi erogati"

Aggiunge l'assessore con delega alla Pubblica istruzione, Augusta Morini:

"In un momento così delicato è  importante supportare i nostri studenti che stanno attraversando una fase di crescita delicata nel contesto complicato dall’emergenza. 
Attraverso la cooperativa Arca di Noè  va avanti il lavoro di fornire un aiuto concreto e un supporto psicologico, indispensabile per rafforzare le loro fragilità."

Continua la delegata alle politiche giovanili e capogruppo di maggioranza, Giulia Lorenzon:

"I dati ci confermano che lo Sportello Amico è diventato un punto di riferimento per le ragazze e i ragazzi che frequentano la nostra scuola secondaria di primo grado, non potevamo quindi lasciarli soli in questo periodo di isolamento forzato che può acuire fragilità e disagi già esistenti o crearne di nuovi. Siamo consapevoli che il sostegno psicologico gratuito per questa particolare fascia di età è essenziale per garantire una crescita sana ed equilibrata, prevenendo devianze, disagi e aiutando a superare i malesseri. Grazie quindi ad Arca di Noé che ha acconsentito alla rimodulazione del servizio"

Conclude il Sindaco, Danilo Giovannoli:

"Un ulteriore provvedimento per assicurare servizi adeguati ai nostri cittadini, in questo caso alle ragazze e ai ragazzi che vivono a Labico. La platea è molto ampia: bisogna fornire strumenti e risposte adeguate ai tempi correnti già in situazioni di normalità, più che mai ora che ci troviamo come Paese in una condizione straordinaria e difficile. Noi ci siamo, come sempre"